venerdì 11 febbraio 2011

senza sonno

Sono andata a letto presto perchè avevo sonno. Ho letto fin tanto che ho cominciato a sbadigliare. Haaaaaaaaa che sonno!!!!!!!!!!
Chiudo il libro, spengo la luce, dico qualche preghiera e poi mi dò la buona-notte. dopo un po' mi salta alla mente quello che dovrò fare domani, poi una cosa che devo chiedere a mia figlia, poi ...poi... altri pensieri, come se oggi non ne avessi avuto il tempo.. come per incanto mi ritrovo con gli occhi spalancati. Basta; non ho più sonno!!!! penso a tante cose, ma mai allegre. Poi mi tornano alla mente questi buoni ( e secondo me, poco furbi animali) Si dice che a contarli ti fanno tornare il sonno. Provo.

ma quante sono??? ne ho fino a domani da contare
decido di fidarmi della vecchia e cara camomilla... hhhhhhaaaaa   solo a pensarci, comincia già a farmi effetto.. speriamo!  ciaoooooooooooooo pecore, andate da un'altro nottambulo... Le mie amiche blogger saranno tutte nel mondo dei sogni, beate loro!  Ciaooooooooooooo belle, dormite bene!

lunedì 7 febbraio 2011

PADRE DAVID MARIA TUROLDO


 Ieri ricorreva il diciannovesimo anniversario della sua salita al cielo. Ogni anno viene commemorato questo grande frate, in una Pieve di un paese di Verona. Così ieri molte persone, di ogni ceto, si sono riunite per recitare e cantare alcune delle poesie scritte da questo frate poeta e profeta del 900. 
Io ci sono andata con due cugini.La chiesa era gremita di gente ed ho avuto il piacere di incontrare amici che non ci vedevamo da molto tempo. Mi ha commosso sentire, tra le altre, la testimonianza di una sua nipote ed ascoltare la registrazione di una sua omelia nella quale esaltava la donna coma creatura di Dio.-- Molti anni fa ebbi lo gioia di conoscere personalmente padre Turoldo, ne serbo un ricordo speciale. Amici blogger, se desiderate conoscere la sua biografia e leggere delle Sue poesie, potete cercare in Google. Ora trascrivo una poesia dedicata alla Vergine Maria. 
                 ---INNO ALLA VERGINE---
La tua prima parola, Maria,
ti chiediamo di accogliere in cuore;
come sia possibile ancora
concepire per noi il suo Verbo.
"Non chiedete mai segni e ragioni,
solamente credete e amate,
il suo Spirito scenda su voi
e sarete voi stessi sua carne."
Te beata perchè hai creduto,
così in te ha potuto inverarsi
la parola vivente del Padre,
 benedetta dimora di Dio.
A te Padre, a te Figlio, a te Spirito
grazie e gloria di avere donato
questa madre della terra intera,
la speranza di tutti i viventi. 




DSCN2584

Cari amici miei,  vi auguro Buon-Tutto
e vi mando un abbraccio con il mio ciaooooooooooooooooo

Timidamente mi presento