lunedì 1 settembre 2008


   Ciao Agosto; anche quest'anno hai terminato il tuo turno. Spero e mi auguro che ci ritroveremo

        l'anno prossimo.  Tra un'ora arriverà Settembre!!!!!!   Bel mese!!  Nella mia famiglia siamo in 3 a
        festeggiare il compleanno. Il primo giorno di Settembre, la mia prima figlia, compirà 50 anni!!!!!!
        Assolutamente non li dimostra, è dinamica e bella!
        Attraverso il mio Blog faccio gli auguri a lei e a tutte le persone nate in questo mese.  w i Settembrini!!

       



 Quando è nata questa mia figlia, ero una giovane mamma, compii 20 anni pochi giorni dopo la sua nascita.
 Io e mio marito eravamo ansiosi di conoscere il suo visino.  Io ero molto ingenua e sognatrice. Ricordo  che rimasi scioccata per la sofferenza del parto, credevo di morire. Nessuno mi aveva dato delle informazioni e delle spiegazioni precise. Qualche volta avevo un po' di timore, pensando a dover partorire, ma volevo essere forte , convincendomi  che tutti siamo arrivati a questo mondo, passando da quella "porta"'. Se avessi avuto più informazione, avrei collaborato e, probabilmente, avrei sofferto meno. Senza dubbio non mi sarei sconvolta! Però poi, amando la mia famigliola e con l'aiuto di Dio, superai quelle paure e misi al mondo ( in pochi anni) altre 3 splendide creature.
Oggi ci sono libri, giornali, televisione che parlano e fanno vedere, con immagini e con filmati, come si nasce. Ma a quei tempi e nel mio ambiente, tutto era tabù.

  Ciao amici blogger . vi mando un abbraccio "virtuale"      Brunamaria         

 

3 commenti:

  1. salve

    sono una giornalista e sto scrivendo un articolo sulle "nonne blogger". mi piacerebbe intervistarla per sapere come è nata l'idea del suo blog...

    mi può contattare al 3471921900


    la ringrazio

    resto in attesa di una sua risposta

    RispondiElimina
  2. Cara bruna maria,

    ho letto con interesse i tuoi ultimi post, sei diventata brava! Molto chiarezza e concretezza.

    Poiché il tuo compleanno è dietro l'uscio, ti faccio affettuosi auguri di trascorrerlo felicemente circondata dai tuoi cari.

    Anche per me ci fu la parentesi di un locale di fortuna per aula: si trattava di un'osteria del paese in cui al mattino avevamo i nostri banchi e panche che venivano accatastate ogni pomeriggio per far posto a tavoli e sedie per i clienti.

    Ricordo che i soldati occupanti la scuola erano persone avanti coll'età, probabilmente già nonni e che una mattina, entrata nella scuola-osteria trovai uno scritto sulla lavagna che riporto qui:

    il cielo è azzurro,,

    il tempo bello,

    preghiamo la maestra,

    di portarci a passeggiare.

    Ed il soldato che aveva scritto , aveva ragione: dentro l'aula semibuia e fredda i bambini non stavano certamente bene.

    Quest'episodio ,un momento di umanità nel troppo lungo tempo della guerra, l'ho già rammentato sul mio blog , lo ripeto qui per te e per tuoi visitatori.

    Un abbraccio, nedda

    RispondiElimina
  3. Non si sa mai...

    Voglio scriverti qui il testo in tedesco scritto da quel soldato sulla lavagna nell'aula-osteria. Può darsi che qualcuno del nord-Europa lo legga e lo concideri un sassolino per la costruzione di una casa di pace tra nazioni che si scontrarono e che ancora si sontrano nelle guerre di tutto il mondo.


    Der Himmel ist blau,

    das Wetter ist schoen,

    wir bitten die Lehrerin

    spazieren zu gehen.

    Un abbraccio,

    nedda

    RispondiElimina

Timidamente mi presento