sabato 5 ottobre 2013

ESEMPIO

Oggi da un medico geriatra, ho sentito questa frase.  

"ci sono due finestre una rimane sempre chiusa,
l'altra viene aperta ogni giorno.
Quella che rimane chiusa, nel momento in cui 
si decida di aprirla, non ci si riesce perchè i suoi 
cardini sono arrugginiti, mentre i cardini della 
finestra che viene sempre aperta sono ben levigati"


Ecco, la stessa cosa succede alle persone, 
(in particolare ad una certa età),
 che si chiudono nel proprio guscio,
 non escono per una camminata, non hanno 
contatti con le amicizie e non si tengono aggiornate.
 Si arrugginiscono come quei cardini. 

 Amici miei ricordo che quando mio 
nipote si offrì per insegnarmi ad usare il computer, mi fece questo esempio. 

"E' una finestra aperta sul mondo!

  E' vero amici e in questo mondo ci siamo anche noi, con le nostre gioie e con le nostre preoccupazioni, ma è tanto bello poterle
 condividere, sia pur telematicamente, purchè ci sia un rapporto sincero.. 
                                                       Con il pensiero vi mando un abbraccio e tanti auguri per una domenica da vivere serenamente con le persone a voi care. Ciaoooooooooooo 
Bruna

domenica 29 settembre 2013

OGGI E IERI

                                

Amiche ed amici cari, torniamo ai ricordi? 
Non pensate che io sia una persona che cammina 
nella vita guardando indietro. Non cammino 
nemmeno guardando sempre davanti o solamente 
al presente, però se siamo quello che siamo è 
in base a ciò che abbiamo vissuto e alle esperienze
 fatte. Siccome la penso così, ecco che parlo di una 
cosa che avverrà nei prossimi giorni nella mia città 
e in molte città italiane e poi parlerò anche   di 
un ricordo piacevole.

 Sarà inaugurato l'anno accademico dell'Università
 della Terza Età e Dell'Educazione Permanente. 
 Qui a Verona è molto frequentata, figuratevi che l'anno 
scorso poteva vantarsi  di quasi 3000 iscritti tutti residenti
 nel comune. -Da qualche anno a causa di vari motivi 
familiari ho frequentato poco l'università e lo scorso 
anno non mi ero nemmeno iscritta. Però a metà settembre 
ho preso la decisione e con entusiasmo ho presentato   
 la mia iscrizione, con la  speranza di riprendere con 
la giusta carica.
                                     

 Tornando al passato, tra le altre cose, ho fatto parte del 
laboratorio teatrale, anche come aiuto scenografo, oltre che 
come interprete delle commedie( non oso definirmi attrice). 
Prima o poi, forse, farò un post su questo argomento e 
posterò anche qualche foto-----
Ho  fatto anche parte del laboratorio corale, insieme a
 mio marito, che anche lui per dieci anni ha frequentato 
la suddetta università. 

 Con libertà e rispetto reciproco, non seguivamo sempre le 
stesse lezioni. Ricordo con quanta gioia partecipavamo  
godendo di quello spazio che negli anni lavorativi non ci 
sarebbe stato possibile. Quando Sergio ( mio marito), 
 terminava la sua lezione prima di me, mi aspettava in un 
 piccolo e grazioso bar, dove io lo raggiungevo  appena 
terminata la mia lezione.-         Contenti e sorridenti ci 
abbracciavamo. Ahahah ricordo che una mia amica mi 
chiese da quanto tempo non vedevo mio marito e si stupì 
quando le risposi che erano 4-5 ore....
 Poi mangiavamo un paio di tartine e brindavamo con 
uno sprizzato o un prosecco. Eravamo felici per quei momenti semplici e preziosi.
 Un giorno mi regalò questo schizzo che fece mentre mi aspettava.
Credetemi, mi è tanto caro e lo conservo con una certa nostalgia. 
Ecco amici abbraccio  tutti voi  con un sorriso, e con il mio
ciaoooooooooooooo .... Bruna..
                                   
       
                                              

Timidamente mi presento