sabato 23 giugno 2012

LA VECCHIA MACCHINA DELLA NONNA

Amici blogger questa vecchia macchina da cucire a manovella, sembra uscita da una favola, invece............. 
E' da un po' di tempo che non apro il cassetto dei ricordi..... 
....... Quando morì la mia nonna paterna, la zia che viveva con lei spartì con i fratelli le cose che appartenevano alla loro mamma. 
Mio padre portò a casa una macchina da cucire simile a questa che ho trovato in Google. In casa mia avevamo già la macchina da cucire ed era stata comperata da poco. Io avrò avuto 11 o 12 anni. 
Ricordo che provai ad usarla ma non era molto comoda ed era vecchia. Ricordo che sentii la frase " roba da ferro-vecchio"
Ero bambina ma ogni giorno dovevo badare ai fratelli più piccoli e fare delle faccende mentre la mamma andava a lavorare. 
Mi sentivo più grande della mia età, però quando affacciandomi alla finestra vedevo le mie amichette che giocavano, mi sentivo ancora bambina e correvo un po' in cortile.
A quel tempo passava lo straccivendolo e "acquistava" in cambio di pochi spiccioli le cose che scartavano le famiglie. 
Mi è venne una idea che la giudicai brillante. Proposi a quell'uomo la vendita della macchina come ferro vecchio. Lui si meravigliò e mi chiese se la mamma fosse d'accordo. Io dissi che era un suo ordine. Valutò a modo suo e mi diede poche monete che con orgoglio misi in mano ai miei genitori.. ................ No, non mi picchiarono, ma mi sgridarono molto facendomi capire che  il mio comportamento era sbagliato. 
 Che delusione. Però, poco onesto quell'uomo barattare con una bambina  una macchina da cucire a manovella, funzionante. 
 
 Amici spero di non avervi annoiato. 
Vi auguro un felice week end e vi mando un telematico abbraccio con un sorriso. Bruna. ciaooooooooooo

Timidamente mi presento