sabato 5 febbraio 2011

"IL SABATO DEL VILLAGGIO" ..di G. Leopardi..



La donzelletta vien dalla campagna
in sul calar del sole,
col suo fascio dell'erba; e reca in mano
un mazzolin di rose e viole,
onde, siccome suole, ornare ella si appresta
dimani, al dí di festa, il petto e il crine.
Siede con le vicine
su la scala a filar la vecchierella,
incontro là dove si perde il giorno;
e novellando vien del suo buon tempo,
quando ai dí della festa ella si ornava,
ed ancor sana e snella
solea danzar la sera intra di quei
ch'ebbe compagni nell'età piú bella.
Già tutta l'aria imbruna,
torna azzurro il sereno, e tornan l'ombre
giú da' colli e da' tetti,
al biancheggiar della recente luna.
Or la squilla dà segno
della festa che viene;
ed a quel suon diresti
che il cor si riconforta.
I fanciulli gridando
su la piazzuola in frotta,
e qua e là saltando,
fanno un lieto romore;
e intanto riede alla sua parca mensa,
fischiando, il zappatore,
e seco pensa al dí del suo riposo.

Poi quando intorno è spenta ogni altra face,
e tutto l'altro tace,
odi il martel picchiare, odi la sega
del legnaiuol, che veglia
nella chiusa bottega alla lucerna,
e s'affretta, e s'adopra
di fornir l'opra anzi al chiarir dell'alba.

Questo di sette è il più gradito giorno,
pien di speme e di gioia:
diman tristezza e noia
recheran l'ore, ed al travaglio usato
ciascuno in suo pensier farà ritorno.

Garzoncello scherzoso,
cotesta età fiorita
è come un giorno d'allegrezza pieno,
giorno chiaro, sereno,
che precorre alla festa di tua vita.
Godi, fanciullo mio; stato soave,
stagion lieta è cotesta.
Altro dirti non vo'; ma la tua festa
ch'anco tardi a venir non ti sia grave.




....Ricordi scolastici........................Buon sabato a tutti voi che passate dal mio salotto...
abbraccione e ciaoooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

 

giovedì 3 febbraio 2011


"Certo, è meglio vivere senza teatro e poesia che senza pane.


Ma la vita sarebbe triste senza il teatro, la poesia, la musica e l'arte.


Siamo nati non solo per sopravvivere,


ma anche per capire qualcosa della vita


e, se possibile, pure per goderla".


Claudio Magris 

Un amichevole abbraccio a tutti voi, amici blogger e
ciaoooooooooooooooooooooooooo

 

martedì 1 febbraio 2011

CONSIGLI


DSCN2572



Siccome con le amiche si condividono gioie e dolori,
ma anche consigli gasronomici con scambi di ricette...
Oggi voglio mostrarvi una sciarpetta che ho appena finito,
vorrei indossarla  con un cappotto nero, (un po' datato) ma che
vorrei usarlo ancora. Lo portavo con il collo di volpe color grigio
chiaro, quasi bianco. Vorrei "aggiornarlo un po'". Che ne dite
se lo abbino con questa sciarpetta?  :-)
 


DSCN2566

  Mi farebbe piacere sentire il vostro
parere. Vi ringrazio per i consigli che mi darete..
Auguri per un buon pomeriggio e abbraccione dalla vostra amica Bruna....:-) ciaoooooooooooo








domenica 30 gennaio 2011

San Giovanni Bosco


Il 31 gennaio nel calendario si ricorda San Giovanni Bosco.
Quando ero bambina in questa data le maestre della scuola
elementare del mio paese, conducevano gli scolari di tutte
le classi in chiesa per la S.Messa. Nell'omelia il parroco ci
parlava di questo grande santo, che dedicò la sua vita per
il bene dei ragazzi sfortunati e sfruttati dal lavoro minorile.
 Ricordo che mi piaceva partecipare a quella cerimonia e
 cantavo volentieri la canzone che ineggiava l'opera di Don Bosco..
.... Amici miei, colgo l'occasione per
augurare un "buon onomastico" a coloro che si chiamano
Giovanni e Giovanna... Vi mando un abbraccio augurando una
lieta e soddisfacente settimana a tutti voi..ciaoooooooooooooo


DOMENICA



http://www.ilcamminodellamusica.it/public/bergamo%20dalle%20campane.JPG


 


 


Al nascer del dì di festa
si odono din - don di  campane
nei sereni luoghi agresti,

E'  fermento di preghiera.

Lascia sola  la campagna
il contadino, per lodi al Dio,
dell'abbondanza di spighe.

Il pescatore
ormeggia la sua barca
che  miracolo ebbe
d'esser feconda
e china il capo a colui
che seppe pascere
di mare moltitudine .

E' quiete tutt'intorno
al sbocciar del sole
e timide fanciulle
dal velato capo
in cuor recan
speranze d'amore
offrono in versi
 a quella del cielo madre

Il vecchio canuto
snocciola rosari
per chi di vita nasce
e chi in morte spera

E' noi, che i versi
declamiamo
a testa bassa
preghiamo.
                                          ...da web...


 


                                        
Auguri per una domenica lieta e gioiosa a tutte le persone sole e tristi.
a tutti gli amici blogger che passeranno a salutarmi e pure a quelli che per vari motivi non passeranno, arrivi il mio ciaooooooooooooooooo

Timidamente mi presento