mercoledì 4 febbraio 2009

FELICITA'

Ridimensiona diRidimensiona diDSCN0263Sono stata qualche giorno a casa di mia figlia, che abita un
collina con la sua famiglia.
Un giorno il mio nipotino, che frequenta la prima elementare,
non è andato a scuola essendo raffreddato ed avendo dormito poco quella notte. Così abbiamo passato una bella mattina insieme,giocando e chiacchierando. Verso mezzogiorno pensai di fare una passeggiatina, approfittando che c'era uno splendido sole. Camminavamo allegramente mano nella mano. Tanto ero contenta che promisi al bambino che, se fosse stata ancora aperta la bottega, gli avrei comperato qualche cosa. Lui, bello bello con uno "smagliante sorriso"( gli sono caduti due dentini!!) mi fa ...."nonna che andiamo in ristorante da soli e ci sediamo vicino???" Caro da Dio! figuratevi se non accettavo una proposta simile? Pur con meraviglia perchè non è che sia abituato ad andare in ristorante. Ci siamo stati tempo fa con la famiglia. (come si vede nella foto). Arrivati alla trattoria del paese, dissi al cameriere che eravamo in due. Lui guardò me e poi il bambino. Si, risposi, noi due!
Allora ci fece accomodare e ci portò il menù. Eravamo felici, ridevamo contenti. Ordinai :Fettuccine al sugo di lepre e per secondo : polenta, coniglio e verdure cotte. Ogni tanto, il mio amore bello mi diceva : Vero nonna che siamo felici?!:   Cosa avrei potuto desiderare di più?????
Naturalmente lui non mangiò tutto, ma io si!! Mi fece ridere quando il cameriere portò via i piatti sporchi, mi disse, sottovoce, :Oggi  i piatti se li laveranno loro nonna, non tu!! : Ridendo felici e ....sazi...., tornammo a casa tenendoci per mano...
Ho voluto raccontarvi, cari amici web, un fatterello che a molte persone, forse, sembrerà  banale, ma credo che io ricorderò quella felicità fin che vivrò. Ciaooooooooooooooooooooooooooooooooo       Brunamaria

Timidamente mi presento