sabato 12 aprile 2008

nipoti


Saluto tutte le nuove amicizie. Questa foto è stata scattata più di trent'anni fa e mi ritrae con la mia adorata famiglia. Questi bambini, crescendo, mi hanno fatto diventare nonna di otto nipoti, come più volte dissi ,nei post precedenti. Mattia, che tra qualche giorno compirà 6 anni, e Alice,la sorellina di quasi 5, la notte scorsa , hanno dormito con me. Sono rimasti a casa mia, fino alle ore 16,di oggi, quando i genitori sono tornati dal turno di lavoro. Sono molto stanca e devo sistemare un pò la casa. Però , quanto amore, quanta gioia! Ieri sera, prima di dormire, ho letto loro un raccontino. Nel lettone, io stavo in mezzo a loro. Quando ho terminato di leggere, abbiamo fatto la preghierina, coccole, baci e bacini della buona notte, poi è nata una discussione. Pretendevano che dormissi in mezzo a loro, ma la mia schiena non lo permette! Così siamo arrivati ad un compromesso. Hanno accettato che un pò stessi vicino a Mattia, poi ,per il resto della notte, vicino ad Alice. La gioia e la commozione mi fecero andare con la memoria indietro nel tempo, quando, poco più che quarantenne, nello stesso lettone ci veniva il mio primo nipote,Sebastiano, ora laureato!!. Aveva il suo lettino, però prima di dormire voleva andare vicino ai nonni e mi chiedeva che gli raccontassi 5 fiabe!..Sono passati tanti anni, la vita mi ha riservato anche grossi dispiaceri, ma con i miei nipoti provo una gioia e un'amore talmente grande che supera la mia debolezza. So di non dire niente di nuovo, ma mi fa piacere esprimere questi sentimenti, semplici e comuni, alle mie nuove amicizie. Auguro a tutti voi una buona serata e piacevole domenica . Brunamaria

lunedì 7 aprile 2008

sorelle

sorelle
Un giorno molto caldo,una giovane donna sposata, andò in visita a sua madre e, insieme si sedettero
su un sofà a bere tè ghiacciato. Mentre parlavano della vita, del matrimonio, delle responsabilità e degli obblighi dell'età adulta, la madre -pensosa- fece tintinnare i suoi cubetti di ghiaccio nel bicchiere e lanciò un'occhiata serena e intensa alla figlia. "Non dimenticare le tue Sorelle", raccomandò, facendo turbinare le sue foglie di tè sul fondo del vetro:Esse saranno più importanti, mano mano che invecchierai. Non importa quanto amerai tuo marito, né quanto amerai i bambini che potrai avere: avrai sempre bisogno di Sorelle: Ricordati di viaggiare con loro, ogni tanto. Ricordatidi fare delle cose con loro. Ricordati che "Sorelle" significa TUTTE le donne. Le tue amiche, le tue figlie, e tutte le altre donne. Le donne ne hanno sempre bisogno! "Ma che consiglio"pensò la giovane donna,"non mi sono appena sposata? Non sono appena entrata nel mondo del matrimonio? Adesso sono una donna sposata, per fortuna! Sono adulta! Sicuramente mio marito e la mia famiglia, cui stiamo dando inizio, saranno tutto ciò di cui ho bisogno per realizzarmi!" Ma la giovane donna ascoltò sua madre e mantenne contatti con le altre donne ed il numero di " Sorelle" crebbe ogni anno di più. Il tempo passa. La vita avviene. Le sostanze separano. I bambini crescono. I lavori vanno e vengono. L'amore scolorisce o svanisce. Gli uomini non fanno ciò che speriamo. I cuori si spezzano. I colleghi dimenticano i favori. Le carriere finiscono. Non importa quanto tempo e quanti chilometri ci siano fra voi. Un'amica non è mai così lontana da non poter essere raggiunta. A volte, infrangeranno le regole e cammineranno al tuo fianco. Questo messaggio mi è arrivato con la" clausula", di passarlo a tutte le donne che almeno una volta o più, mi hanno aiutata a sorride. FALLO ANGHE TU.
Vi abbraccio con affetto. Brunamaria

Timidamente mi presento