domenica 3 aprile 2011

APRILE DAL DOLCE DORMIRE

     ...
Storiella di primavera

Aprile non era pazzo come Marzo e neanche
rigido come febbraio.
Per questo nessuno lo rispettava.
Allora egli pensò di sorprendere gli uomoni.
Quella notte tutti dormirono tranquillamente.
All'alba si svegliarono e ancora insonnoliti,
aprirono gli scuretti delle finestre.
Dapprima non fecero neppur caso al chiarore
che veniva dal di fuori, Ma poi ebbero un moto
di mreviglia e un grido di sorpresa: La neve!
Aprile ci ha giocati! esclamarono.
Sui peri e sui meli, era un biancheggiare
luminoso.  Possibile che Aprile sia diventato
così cappriccioso? Allora uscirono e si
avvicinarono agli alberi imbiancati e la
meraviglia raddoppiò. Non era neve quella
che imbiancava i rami; Era Un'improvvisa 
fioritura di corolle bianche e rosa ..
Sia benedetto Aprile! Gridarono gli uomini.
E' mite, e per questo deve essere rispetteto
 e amato..  (Di Piero Bargellini)

Pensiero mio: non sempre le persone
semplici e modeste sono rispettete e
 amate. Anzi; molte volte subiscono torti o/e
violenze dagli arroganti..  Ciaoooooooooooo
e buona notte a voi amiche e amici delle rete. 
ora si chiudono gli occhi pure a me. haha.
spero di non aver fatto degli strafalcioni....Bruna
                                         

2 commenti:

  1. Ciao Bruna
    bella la storiella e così anche il mese mite ha trovato il modo per imporsi e farsi apprezzare!
    purtroppo è verissimo che le persone più deboli spesso non sono prese in considerazione, risultato del  nostro umano giudizio che bada alle apparenze !
    Brunella bella come stai?

    Stamattina abbiamo camminato parecchio lungo il fiume, ci sono i cigni che covano, tanto verde, non c'è nulla di più bello della natura.

    buon pomeriggio cara amica mia

    Marj

    RispondiElimina
  2. Un abbraccio
    Ti voglio bene
    Adriana

    RispondiElimina

Timidamente mi presento