giovedì 21 ottobre 2010

PAESE MIO...

DSCN2242
Amici della rete, per me, oggi ricorre un triste anniversario. Mi sono recata al mio paese, ma contrariamente a come immaginavo, mi sentivo serena. Ho girato un po' ed ho scattato qualche foto. Questa che vedete, è la casa dove sono nata, e che ho lasciato quando mi sono sposata. Una volta non c'erano le macchine parcheggiate sulla strada, ma c'erano sempre bambini che giocavano. Sulla loggia della casa, si potevano ammirare fiori dai mille colori e pure dui davanzali delle finestre, e sui vetri non mancavano le tende. Tutto l'insieme, oltre che avere tanta poesia, era pieno di vita. Se mi riuscirà bene, hahah potrete vedere la vecchia fontana dove si andava a lavare la biancheria. L'acqua scendeva dall'alto del muro. era fresca e pulita. Con l'arrivo della "benedetta" lavatrice, la fontana non serviva più, quindi l'acqua fu deviata per altri scopi. Ora. in questa vasca sono cresciute anche le erbacce. Non nascondo che questo abbandono mi ha rattristato. Non si direbbe che in altri tempi questo luogo è stato quasi un salotto per le donne. Infatti mentre lavavano i panni, quante conversazioni e risate, facevano..  Con questo vi mando un sorriso e tanti saluti... ciaoooooooooooooooooo





DSCN2240

8 commenti:

  1. Fioredicollina21 ottobre 2010 20:47


    ho risposto ora al tuo pvt, sappimi dire ....bello qst tuo ricordo e foto, un abbraccio. ciao!!

    RispondiElimina
  2. bellissimo il lavatoio, ricorda altri tempi da te descritti benissimo.
    Un abbraccio e buona serata amica mia!

    RispondiElimina
  3. ....Mi turba leggere di un triste anniversario....
    ...Per il resto, con erbacce o no, è il tuo paese...c'è altra aria...
    un sole diverso...anche i colori  sono unici...

    Lo sto guardando e sempre di più mi piace.

    Buonanotte cara amica, dalle nostalgie romantiche:-)

    RispondiElimina
  4. chiaramarinoni22 ottobre 2010 10:17

    C'è sempre un fondo di tristezza nel ricordare o tornare per un momento al passato. Ai giorni di oggi manca di quel non so che di allegria o spensierata gioventù, sono colmati però di altre gioie, i figli, la famiglia, i nipoti. Ogni tanto fa bene al cuore tornare in quei luoghi e la fontana è ancora bellissima, scommetto che quando ci vai senti ancora le risate e le allegre chiacchere?
    Un sorriso
    un abbraccio e
    buona giornata
    Chiara

    RispondiElimina
  5. Purtroppo molti meravigliosi angoli restano abbandonati e la colpa e dei cittadini residenti che non tengono in gran conto la memoria storica.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
  6. Anche a te il mio augurio di una bellissima giornata domenicale.:-)

    RispondiElimina
  7. Un post  molto triste per quanto riguarda l'anniversario ma molto allegro per quanto riguarda il ricordo del lavatoio.Anche al mio paese le mamme si ritrovavano a lavare i panni ma anche a raccontare i loro segreti,ascoltavano i consigli e al ritorno erano felici. Il tempo passa ma questi ricordi non si dimenticano. Ciao cara amica

    RispondiElimina
  8. Un racconto bellissimo, con quel pizzico di malinconia per ciò che non può più tornare ad essere...e dispiace vedere come il tempo non sempre migliori le cose...
    Oggi i fiori sui davanzali sono sempre meno, sarà per quel tempo che si fa sempre più tiranno e per la nostra incapacità di camminare invece che correre per star dietro ad un pugno di mosche...

    RispondiElimina

Timidamente mi presento