lunedì 3 agosto 2009

-- --SCELTE DI VITA !!--

       -- FATTO DI CRONACA-
        SUCCESSO IN QUESTI GIORNI IN ISRAELE--    
In un ambiente frequentato da gay e lesbiche, un tipo è entrato con la pistola ed ha ammazzato due persone, non so se ne abbia ferite altre.
Quale sia stato il motivo, dovranno appurarlo chi è di dovere.-
Anche nella mia città ci sono stati atti di derisione e di violenza contro dei
ragazzi tranquilli, solo per il fatto di essere conosciuti come gay-

Sono a conoscenza di un uomo che venuto a sapere che il suo unico e adorato figlio non era "normale", voleva capire cose fosse successo. Non
era possibile che proprio il suo figliololo  fosse gay. Litigi sopra litigi, si vergognava e quando non potè più sopportarlo, lo mandò via di casa, pur sapendo che non aveva ancora terminato gli studi, quindi non aveva lavoro.
Non sono valse a nulla le lacrime e le proteste della moglie.-

Questa mentalità è ancora peggiore se si tratta di una figlia lesbica...

Mi fermo qua, vorrei solo dire il mio parere.

Credo che ogni persona abbia il diritto di vivere come crede. Naturalmente senza ostacolare la libertà degli altri. Conosco alcune persone gay, so che sono molto sensibili e pacifiche.. Contrariamente ,certe persone "normali" parlano di loro usando un versaccio e alcuni nomiglioli spregiativi.   Penso che la cosa più importante sia la sincerità e l'Amore, in ogni sua manifestazione,.....

Mi rivolgo a voi, amici blogger, mi piacerebbe sentire la vostra opinione. Come vi comportereste, se vi accorgeste che un vostro figlio, oppure un vostro nipote(considerando che siamo una scheiera di nonni) Fosse gay??????????    Aspetto le vostre osservazioni. E' pur vero che molte persone sono in vacanza, ma le aspetterò Vi mando un amichevole abbraccio e... a rileggerci.. ciaooooooooooooooooooooooooooo
Bruna              

  

21 commenti:

  1. Sei la miglior nonna del mondo!!

    RispondiElimina
  2. complimenti veramente bello!!! hai perfettamente ragione.... ma purtroppo oggigiorno trovare una persona con mentalità aperta, soprattutto ad età avanzata è molto difficile... ma cosa vuoi fare?? purtroppo l'italia è molto indietro su questo fronte, a mio parere... ogni cosa verrà a suo tempo...

    RispondiElimina
  3. Genitori che cacciano di casa i propri figli per la loro omosessualità succede purtroppo molto di frequente in Italia. Da alcuni è vista ancora come una malattia e so di madri e padri che portano il figlio dallo psicologo per cercare di "guarirlo". Ogni volta che sento di queste cose rimango basito. Magari la pensassero tutti come te! Per me, cara Bruna, sei un modello di comportamento da seguire.

    Buona giornata ciao!

    RispondiElimina
  4. "Utente anonimo" ti ringrazio dei commenti (forse sbaglio, ma ho l'impressione che siano della stessa persona). Ti abbraccio. Ciaooooooooooooooooooooo...

    Alla prossima!!! Bruna

    RispondiElimina
  5. Cara Fiore, ti ringrazio per aver espresso la tua opinione. Non ti devi scusare affatto!! ti abbraccio con affetto. Bruna

    RispondiElimina
  6. Cara bruna maria,

    quanto tempo l'umanità impiega per fare un piccolo passo avanti verso la libertà per tutti qualunque sia la scelta, se etero od omosessuale!

    C'è molta ipocrisia e paura da parte di troppa gente.

    Quanto alla tua domanda, posso rispondere che ora accetterei , anche se con dolore perché la vita è già difficile per gli etero che non devono nascondersi, figuriamoci per gli omo,

    Penso a san Paolo che termina una delle sue lettere con questo pensiero.....: fede, speranza, carità.....alla fine dei tempi resterà la carità e su di essa sarete giudicati.

    Ciao,

    nonna nedda

    RispondiElimina
  7. Ciao BRUNA.Sono a conoscenza di questo fatto di cronaca e trovo che sia un atto veramente grave..In Palestina queste persone sono ritenute dei diversi e vengono perseguitate e picchiate e se cercano la via di fuga ,come è successo a queste due sventurati vengono uccisi.Per quanto mi riguarda personalmente io ho un grande rispetto nei riguardi di queste persone.Ho alcuni amici che sono GAY tra cui un ragazzo di 25 anni e so che calvario ha dovuto subire anche da parte della famiglia.Le persone che conosco hanno una spiccata sensibilità,forse perchè costretti a nascondersi o a tacere perche la nostra società fatta per la maggior parte di etero sessuali non li capisce e vengono visti come dei DIVERSI..Ma quello che fa più male è vedere ragazzi che vengono emarginati dalla propria FAMIGLIA...Io questo non lo accetto..penso che siano genitori viziati dalle regole SOCIALI...E' vero che un figlio deve rispettare il proprio genitore,ma è altrettanto vero che un genitore deve saper rispettare e accettare le scelte del proprio figlio..I nostri figli sono uomini e donne, e giusto sarebbe creare un dialogo,uno scambio continuo di esperienze e pensiero..ma quello che ritengo veramente importante e di grande aiuto per questi ragazzi,è che un genitore gli stia sempre accanto e che si rendono conto che sono persone che hanno il sacro e santo diritto di vivere la loro sessualità come meglio credono... UN ABBRACCIO BRUNA...VERAMENTE UN BEL POST..Ci sarebbe da parlare per ore,ma penso che anche un piccolo scambio di idee faccia risaltare e mettere in mostra questi vergognosi e gravi episodi che purtroppo avvengono ancora.CIAO.

    LELLA.

    RispondiElimina
  8. Pienamente daccordo. Tutti si crogiolano che siamo nell'era moderna e che tanti tabù non esistono più.Sai cosa penso? Che la gente non cambia solo per una data. Se si resta nell'ignoranza atavica e non si usa il ragionamento, nulla muta. Non si può decidere di amare o odiare una persona per la sua sessualità manifesta. Io amo mio figlio com'è e non come io vorrei che fosse! Devo fare una critica al commento anonimo( che in verità non vorrei tenere in considerazione in quanto mi fanno pensare male le persone che si nascondono)sul discorso dell'apertura o chiusura a certe idee ad un'età avanzata. Innanzitutto è un'offesa verso Bruna e poi vorrei farti sapere che i "razzisti sessuofobi" peggiori, spesso sono anche giovani. Un bacione Bruna

    RispondiElimina
  9. Lucia- Lella- Nedda- Fiore, grazie per la vostra squisita partecipazione. Con i vostri commenti avete ampliato i miei ragionamenti sul delicato problema. Lo sapevo che siete persone speciali. Le scelgo bene le amiche!! Ringrazio pure gli anonimi, che immagino siano giovanissimi, però avrei gradito che avessero firmato il commento. Mi sentirei lusingata se tornassero a trovarmi ancora.

    A tutti voi arrivi il mio affettuoso abbraccio e l'augurio per una buona giornata..Ciaooooooooooooooooooo

    Bruna

    RispondiElimina
  10. Ciao Bruna

    fore mi dispiacerebbe un po', ma accetterei tutto

    tutti hanno diritto alla proprià libertà!!


    In quanto al blog ci passo poco, sono tutti in vacanza...tutto qui!!!

    Quindi ci si riposa anche noi no??? Ciao!

    RispondiElimina
  11. Sei una nonna con una mentalità moderna.Io capisco l'omosessualità e non caccerei mai dalla mia casa mio figlio/a:Mio marito è purtroppo del parere opposto e questo per me è un grande dolore:Se mi fosse capitato avrei dovuto divorziare per tenermi mio figlio/a. Ti abbraccio

    RispondiElimina
  12. brillimartina6 agosto 2009 09:06

    Ciao Bruna. Io appartengo alla categoria "diversi" essendo un uomo che, da sempre, si sente bene nel vedersi donna. Anche se qualcuno potrebbe pensarlo, non sono gay, ma comunque sia sono pur sempre una persona considerata "da allontanare".

    I miei genitori non hanno mai saputo di me e quindi non so cosa avrebbero potuto fare, considerando anche il fatto che si trattava degli anni '70, ma so per certo che molti altri ragazzi nelle mie condizioni sono arrivati al suicidio perchè tartassati ed umiliati da questa "bella" società.

    Tu hai detto "Credo che ogni persona abbia il diritto di vivere come crede." ed io condivido pienamente questo tuo pensiero e spero tanto che un domani questo possa diventare un pensiero comune.

    Un bacio

    Martina

    RispondiElimina
  13. @ Cara Martina, Benvenuta tra noi! Sono lieta di averti "incontrata".Lo sai che siamo dello stesso segno?! Ti ringrazio per la tua testimonianza di vita, penso che le difficoltà non ti siano mancate! Li hai ancora i genitori? Forse, dopo il primo sbigottimento, ti avrebbero capito. Chissà; tu lo sai!!!! Penso che tu abbia vicino una persona speciale!!! Ti auguro tutto il bene che desideri, ed anche un po' di più! Un caro amico che non c'è più, salutandomi, usava

    dire,:" teniamoci sentiti": Ora io lo dico a te..... Ciaoooooooooooooooo



    @Giada, cara amica, grazie per essere passata a salutarmi ed esprimere il tuo pensiero. Forse noi donne, spesso, andiamo "dove ci porta il cuore". Sono felice della nostra amicizia. Bacioni.. ciaoooooooooo


    @ nonnalì grazie per aver espresso il tuo parere. W la libertà di pensiero e di scelte di vita. ciaoooooooooooo


    @ Ringrazio e saluto anche te "nonnagirellona"


    Abbraccione a tutti voi con l'augurio di buona estate. Bruna

    RispondiElimina
  14. Ciao Bruna, sono tornata!

    mi fa piacere che tu abbia dedicato un post a questo argomento.

    Purtroppo la completa apertura mentale non riusciremo mai ad acquisirla fra persone di "una certa età" ma, io vedo che le nuove generazioni accettano di buon grado quello che viene definito "diversità". Io ho due figlie femmine che vanno molto d'accordo con ragazzi gay, sono gentili e molto sensibili, in loro compagnia ti fanno stare bene.

    I genitori che non accettano, permettimi di dirti che, sono principalmente "ignoranti" considerano questa condizione "una malattia" e non un'esigenza;non capiscono che gli artefici di questo risultato sono loro, è una condizione che viene determinata al momento del concepimento quindi, se riflettessero non troverebbero la cosa così scandalosa.

    Che poi alla fine, questi genitori hanno atteggimenti aggressivi verso i figli perchè temono il giudizio della gente perchè io credo che, se non fosse così, loro sarebbero pronti ad accettarli.

    Sono figli nostri, li dobbiamo accettare, a tutti piace avere figli belli,sani, intelligenti, buoni ma.....non sono stati fabbricati con uno stampino,li dobbiamo prendere come sono per poter vivere serenamente ed in buona armonia.

    Buona domenica nonna Bruna da una nonna ancora in ferie perchè le nipotine sono in vacanza coi genitori.

    Un abbraccione

    ciaooo

    Marj

    RispondiElimina

  15. Carissima Bruna,

    sempre interessanti i tuoi post....

    Credo che se avessi scoperta la cosiddetta " diversità " in mia figlia o nipote o parente o amica ne avrei sofferto tantissimo ma non per il fatto in se stesso ( essere omosessuali non è certo un marchio...) bensì per tutte le tribolazioni, umiliazioni e quant'altro ero certa avrebbe dovuto affrontare nell'esistenza quotidiana.

    Stiamo vivendo nel terzo millennio, ma la mentalità generale è ancora così retrogada che fa paura.....

    Ognuno ha il diritto di vivere la propria sessualità come meglio crede purchè non offenda il comune senso del pudore ( questo vale anche per gli etero, naturalmente....) perchè tutti gli eccessi sono condannabili più che altro per principi morali che devono prevalere in una società così diversificata : il mio spazio di libertà finisce quando inizia quello di un altro essere umano.

    Almeno questo è il mio pensiero, credo collimi con il tuo......

    Ho provato a chiamarti, ma non rispondeva nessuno, forse sei in collina dalla figliola.....

    Ti lascio comunque un abbraccio, alla prossima...... Francesca

    RispondiElimina
  16. Ciao Bruna!!!!

    sono al voloooooo stò facendo il giro dei saluto a tutte voi bloggerine!!!!

    ci sentiamo a settembre..anzi a fine agosto...un bacione grande...ciao Viky


    p.s. son tornata a casa per 3 giorni ,riparto domenica ...ciao baciiii

    RispondiElimina
  17. Ciao cara Bruna, questa settimana sei alle prese con i nipotini? Un caro saluto e buon ferragosto!

    Ciaoooo

    RispondiElimina
  18. Bruna com'è andata la settimana

    dababy-sitter?

    ora stai festeggiando il ferragosto?


    ciao ciao a presto

    RispondiElimina
  19. Ciao non ci conosciamo ma giorvagando tra blog sono arrivata qui.

    Mi piace questo post , personalmente ritengo che i gay siano persone di grandissima sensibilità e dolcezza, vivono le loro emozioni con il cuore cosa che i cosiddetti " uomini veri" non sempre fanno.

    E' ora di smettere di dare giudizi, di additare queste persone come se fossero il diavolo in persona, penso che l'amore non abbia sesso, si ama e basta e quando e' un amore vero, un amore che non nuoce nessuno perche' criticarlo?

    Ho molta piu' paura delle persone

    " normali".

    Io non ho figli ma penso che per un genitore un figlio sia sempre un figlio e gay o no lo si ama immensamente , sempre e comunque.

    Se ti fa piacere passa a farci visita ( ho un blog con il mio compagno)

    Un saluto e buona serata

    RispondiElimina

Timidamente mi presento