lunedì 29 dicembre 2008

ciao 2008

  Anche il 2008 se ne sta andando e lascia il posto al 2009!!!! In questi giorni abbondano gli auguri. Sono appene finiti gli auguri di "Buon-Natale" e stiamo facendo, e ricevendo  auguri per un anno FELICE!
Cose belle e cose meno belle non mancheranno anche nel nuovo anno. A noi tutti mi sento di augurare ...-Salute, Pace, e che non arrivino nuovi cataclismi. Auguriamoci pure che i nostri politici comincino veramente a lavorare per il bene di questa povera Italia. Auguriamoci che si sentano il Dovere di smetterla con le Sciocchezze, i Battibecchi simili alle assemblee condominiali; ma che si impegnino per risolverei Veri Problemi della gente, come il Precariato, il Caro-Vita, i problemi della Scuola, dell'Evasione Fiscale, della Casa. Non è possibile che una famiglia ,che non può avere un appartamento proprio, debba pagare quasi mille euro di affitto!!  Per concludere, vorrei che fossero più coerenti.-- Non aggiungo altro, la farei troppo lunga e triste!!!!!!!
 Amici web, il mese prossimo sarà il mio primo anno che mi sono inserita tra voi. Sono contenta per aver conosciuto tante nuove amicizie. Con alcune è nato un rapporto bello e affettuoso. Vi ringrazio per le belle cose che mi avete insegnato e pure per la vostra amicizia, Vi mando un abbraccio e  auguro tanto bene, a voi e alle persone che amate.......Brunamaria
Ciaoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

domenica 21 dicembre 2008

LASAGNE AL RADICCHIO

  Rieccomi a voi, cari amici blogger. Questa volta pubblico una ricetta richiestami da un paio di amiche.

                      "LASAGNE ( o Pasticcio, come lo chiamiamo noi veneti) AL RADICCHIO TREVISANO " 

Per 6 persone; 1 kg circa di radicchio di Treviso chiamato "Tardivo"- 1 conf. di panna liquida -besciamella fatta con 1litro di latte - grana circa 1 etto e mezzo - olio, sale, pepe q.b.- per la pasta, 3 uova e circa 400 gr di farina. Se si vuole risparmiare tempo, è buona anche quella FRESCA che troverete in commercio.

Dopo aver lavato i cespi ( naturalmente senza la radice) di radicchio, tagliarli per il lungo in 4 parti. Adagiarli in una pirofila, metterci sale e pepe Q.B. olio e la panna. Coprite e mettete in forno 180°. Di tanto in tanto mescolate e controllate la cottura. Ci vorranno circa 35-40 minuti. Quando sentirete che il radicchio sarà tenero, aggiungete una manciata di grana e lasciatelo, scoperto, in forno finchè si sarà rappreso l'eccesso di liquido formatosi. Quando lo toglierete dal forno, aggiungete la besciamella, tenendone da parte quella che sevirà per coprire l'ultimo strato. 
In una pirofila mettete sul fondo un po' di olio con una cucchiaiata di basciamella quindi la prima sfoglia di pasta. Seguirà il primo strato di radicchio, una manciatina di grana e un filo di olio. ( sempre axta vergine di oliva èh! )
Continuare così . Si coprirà l'ultimo strato con besciamella, grana e una spolveratina di pane grattuggiato. Quà e là
fiocchetti di burro o un filo di olio. Passare in forno 180° e sarà pronto quando si sarà formata una leggera doratura. Ci vorranno circa 40 munuti ma sarà meglio che controlliate.


Non ho questa ricetta scritta, faccio ad occhio sia per le dosi che per i tempi. Portate pazienza. A noi piace moltooooooooooooooooooooooo  come vino, consiglio il prosecco, è un ottimo abbinamento. A questo punto "Buon-Appetito!!   Vi prego di non scambiarmi per "Nonna Parera!!!

BUON-NATALE a voi, cari amici, e alle persone che amate!

BUON-NATALE alle persone che soffrono, sia nel corpo che nello spirito!


BUON-NATALE a chi ha dei rancori  e a chi ha subito dei torti!


BUON-NATALE a chi tribola per arrivare alla fine del mese, pur avendo un lavoro!


BUON-NATALE a chi NON ha un lavoro e NON ha una casa!


BUON-NATALE a TUTTI e per tutti i giorni del nuovo anno e non soltanto per il 25 dicembre!

 Vi mando un abbraccio virtuale con affetto e riconoscenza, per tutto quello che mi donate
. Brunamaria............Ciaoooooooooooooooooooooooo          

martedì 9 dicembre 2008

Santa Lucia

Stella (1)Nella mia città la tradizione vuole che a portare i doni non sia Babbo Natale, ma Santa Lucia. Così nei giorni 11-12 e 13 dicembre, nella  bellissima piazza BRA arrivano più di un centinaio di bancarelle, comunemente chiamate dai veronesi ( I BANCHETI DE SANTA LUSSIA). Un po' per il clima pre-natalizio, un po' per la circostanza della ricorrenza di Santa Lucia, si respira un'aria festosa. In queste bancherelle si possono trovare molte cose, ogni tipo di dolci,però il torrone è sempre il "signore"! Si possono trovare indumenti di vestiario invernale,  utensili per la casa, biancheria, con pizzi e merletti. Non mancano  prodotti di erboristeria e varie spezie. Per chi volesse fare uno spuntino, può trovare piadine, panini con porchetta e bibite... E i giocattoli??? Si, c'è anche qualche "Bancheto de zugatoli" ma pochi perchè oggigiorno ci sono grandi negozi e ipermercati specializzati! La festa caratteristica di Santa Lucia, si è trasformata ed è chiamata :la fiera di S.L:    Fino a questo punto, si potrebbe pensare che stia facendo pubblicità a questa "fiera". vi assicuro che non è così, anzi! Penso con un po' di tristezza e nostalgia alla nostra tradizione semplice e genuina, a quando tutte le cose che vengono esposte in questa piazza Si possono trovare anche nei vari mercatini rionali.
Quando ero bambina, non c'era il benessere, eravamo appena usciti da una devastante guerra. I bambini aspettavano con ansia l'arrivo di Santa Lucia, era l'unico giorno che potevano ricevere un giocattolo e qualche dolcetto. Non rimpiango quella miseria, ci mancherebbe altro, ma troverei giusto rispettare le tradizioni.
Tornando un po' ai ricordi....In casa mia si cominciava a parlare di questo evento già una quindicina di sere prima. I genitori usavano un piccolo "ricatto" per farci stare buoni, altrimenti la Santa non ci avrebbe portato nulla. Alla sera Lei girava, o meglio volava fuori dalle finestre per sentire se i bambini andavano a letto presto e senza fare capricci. Certe volte suonava una trombetta, nel sentirla il mio cuore batteva forte, un po' per l'emozione ed anche per il timore. Certe volte, oltre al suono della trombetta, arrivavano dal camino delle caramelle (che con un po' di maestria i miei genitori le facevano volare di nascosto). Ero incantata e felice!  A letto parlavo molto con i miei fratelli dei doni che avremmo desiderato avere, fin quando il sonno ci coglieva felicemente. Anche tra bambine non si parlava d'altro. I giocattoli di quel tempo erano, per la bambine, bambole, oppure pentoline e scope in formato ridotto. Insomma tutto per diventare delle brave donnine! Per i maschietti erano in voga, cavallini di legno con il carrettino, trattori, pistole, fucili e spade.  I nostri giochi erano ,per noi fare le mamme e preparare il pranzo usando le varie erbette. I bambini facevano i papà che andavano a lavorare nei campi e certi andavano in guerra....
Quando ,finalmente arrivava la notte tra il 12 e il 13, Tutti emozionati andavamo a letto presto. Venivamo  svegliati dalla famosa trombetta. Che emozione! Che felicità! I genitori dovevano faticare poi per farci riaddormentare.
 Crescendo e spettegolando con gli amici, arrivò il momento che scoprimmo che a portare i giocattoli non era Santa Lucia, ma la mamma! . Io e mio fratello pensammo di scoprire il fatto fingendo di dormire. Per tenerci svegli usammo un piccolo segnale,z z z... Spiando i genitori che posavano i giocattoli sul comò. Però quando suonò la trombetta, ci svegliammo troppo presto e così fummo scoperti, mentre l'altro fratello più piccolo dormiva ancora. Addio ingenuità; ci sentivamo grandi e anche un po' furbi, non capii che certe emozioni le Lasciavo alle spalle!!... Celentano cantava:...e intanto il tempo se ne va, e no ritorni più bambina.....:
Quando diventai mamma e anche nonna, feci le cose che faceva mia madre preparando l'arrivo di Santa Lucia...         Ciao amici, alle amiche che si Chiamano Lucia tanti e cari auguri. Buon-Tutto a tutti..Brunamaria.

domenica 23 novembre 2008

23 novembre 1957

DSC_0606
    Ciao  amici  blogger   51 anni fa mi sono sposata, si , proprio come oggi -23 n0vembre!
Ero molto giovane e ingenua.  Eravamo squattrinati, ma innamorati.
Il nostro matrimonio fu celebrato nella massima semplicità.
A quel tempo, quando una ragazza si sposava, doveva licenziarsi dal posto di lavoro, ma se anche non ci fosse stata questa legge, mio marito sarebbe stato contrario che continuassi a lavorare in fabbrica. Lui aveva un lavoro sicuro e dignitoso, quindi la sua mentalità era che doveva essere compito del marito provvedere alle necessità economiche della famiglia..
Dalla nostra unione nacquero 4 figli in 8 anni. Non è stato facile, anche perchè non c'erano certe comodità che abbiamo oggi. Ricordo che comprammo la lavatrice dopo la nascita del terzo figlio,e non esistevano i pannolini (usa-getta) Non pensate che abbia fatto cose straordinarie, più o meno, facevo parte della normalità di quel tempo..    Oggi se ripenso alla mia vita matrimoniale,  posso ringraziare Dio e anche mio marito perchè insieme abbiamo superato non poche difficoltà. La nostra gioia fu grande quando diventammo nonni. Purtroppo da diversi anni non ho più mio marito, ma quando mi trovo con i miei figli e con i miei adorati nipoti, il suo spirito è tra noi.  
 Ecco cari amici, ho voluto rendervi partecipi di questa mia rcorrenza. La foto, anche se è piccola, può dimostrere la semplicità appena descritta.  Altri tempi!!!!!!!! Ciaoooooooooooooooooooo a tutti

mercoledì 19 novembre 2008

CORAGGIO E SPERANZA


Mi è capitata sotto mano questa poesia molto significativa e toccante. Non conosco l'autore.  La voglio dedicare alle persone che, per qualche motivo, si  trovano in un momento difficile o doloroso.

                        .....          ""SONO ARRIVATO FIN QUI CON LE MIE GAMBE.....
  PERSO L'AUTOBUS, PERSI I TAXI,- SEMPRE IN SALITA,

..UN PIEDE AVANTI ALL'ALTRO,        E' COSI' CHE FACCIO, NON MI INQUIETA!!!


 LE COLLINE DI CUI NON VEDO FINE---
 ERBE SUL CIGLIO DELLE STRADE,
 UN ALBERO CHE FA RISUONARE LE FOGLIE NERE.-

               E ALLORA??
PIU' CAMMINO, PIU' M'ALLONTANO DA TUTTO

 UN PIEDE AVANTI ALL'ALTRO,
 PASSANO LE ORE. 
 UN PIEDE AVANTI ALL'ALTRO.
 PASSANO GLI ANNI,
I COLORI DELL'ARRIVO SBIADISCONO.
 
UN PIEDE AVANTI ALL'ALTRO,
                                                           E' COSI' CHE FACCIO



Se ci fosse qualche amico blogger che conoscesse l'autore di questa poesia e me lo facesse sapere, gliene sarei grata.  Vi mando un caro saluto e auguri di BUON-TUTTO ..... Brunamaria......ciaoooooooooooooooooo

lunedì 10 novembre 2008

Ieri sera è terminato lo spettacolo del sabato sul primo canale tv. Ho pensato... FINALMENTE!!
Per dire il vero, quella trasmissione non l'ho seguita, l'ho guardata solo qualche po'.
Bravissimo il ragazzino che, insieme ad un adulto conduceva la trasmissione e cantava. Molto bravi pure i mini ballerini.   Io non sopporto che i bambini siano ammaestrati e usati inserendoli e vestendoli come fossero adulti. Ditemi se sbaglio, ma sostenere un programma settimanale per alcune ore, non è lavoro minorile?  Ha una bella voce, lo trovo giusto che venga coltivata questa dote  , trovo giusto anche che la esibisca. Quello che mi da tanto fastidio è che gli facciano fare il piccolo" uomo". Trovo strano che non si capisca il male che fanno a questi "bambini prodigio" ,mi sembra che gli sottraggano una parte di fanciullezza,(che poi non torna più !!!!)       Cari amici blogger, mi farebbe piacere sentire il vostro parere.
 A tutti voi amando auguri per una buona settimana ed un abbraccio virtuale ma sincero.....Brunamaria  ciaooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo


                                                                                          

lunedì 3 novembre 2008

Per dare un'interpretazione filosofica alla vita......


 


                                                        LA FILOSOFIA

Quando ti sembra di avere troppe cose da gestire nella vita,quando 24 ore in un giorno non sono abbastanza..... ricordati del vaso della maionese e dei 2 bicchieri di vino....

Un professore stava davanti alla sua classe di filosofia e aveva davanti alcuni oggetti.
Quando la classe incominciò a zittirsi,
prese un grande barattolo di maionese vuoto e
lo iniziò a riempire di palline da golf.
Chiese poi agli studenti se il barattolo
fosse pieno e questi risposero che lo era.

Il professore allora prese un barattolo di ghiaia e lo rovesciò nel barattolo di maionese ,
lo scosse leggermente e i sassolini si posizionarono
negli spazi vuoti tra le palline da golf.

Chiese di nuovo agli studenti se il barattolo
fosse pieno e questi concordarono che lo era.

Il professore prese allora un barattolo di sabbia e
lo rovesciò nel barattolo, ovviamente la sabbia
si sparse ovunque all'interno.
Chiese ancora una volta se il barattolo fosse pieno e
gli studenti risposero con un unanime Si.

Il professore estrasse quindi 2 bicchieri di vino da sotto la cattedra e rovesciò il loro 
intero contenuto nel barattolo
andando così effettivamente a riempire gli spazi
vuoti nella sabbia;   gli studenti risero.


Ora, disse il professore, non appena la risata  si fu placata.
voglio che consideriate questo barattolo come la vostra vita;
Le palle da golf sono le cose importanti;
La vostra famiglia, i vostri bambini, la vostra salute ,
i vostri amici e le vostre passioni,
le cose per cui se anche tutto il resto andasse perduto,
e solo queste rimanessero, la vostra vita 
continuerebbe ad essere piena;
i sassolini sono le altre cose che hanno importanza
come il vostro lavoro, la casa, la macchina..........
La sabbia è tutto il resto, le piccole cose.

Se voi mettete nel barattolo la sabbia per prima,
non ci sarà spazio per la ghiaia e
nemmeno per le palline da golf, lo stesso vale per la vita,
se spendete tutto il vostro tempo e le vostre energie
dietro le piccole cose non avrete più spazio
per le cose che sono indispensabili per la vostra felicità.

Giocate con i vostri bambini, godetevi la famiglia e genitori finchè ci sono.......
Portate il vostro compagno /a  fuori a cena... e non 
solo nelle occasioni importanti !
Tanto ci sarà sempre tempo per pulire la casa o
fissare gli appuntamenti importanti.

Prendetevi cura per prima delle palle da golf, le cose che contano davvero.
Fissate la priorità....Il resto è solo sabbia.
Uno degli studenti alzò la mano e chiese
cosa rappresentasse il vino.
Il professore sorrise: Sono felice che tu l'abbia chiesto,
serve solo per mostrarvi che non importa quanto
piena possa sembrare la vostra vita,
ci sarà sempre spazio per un paio di bicchieri
 di vino con un amico.
Condividete questo con un amico,
IO L'HO APPENA FATTO CON VOI !!!!!!! 


Mi è arrivata questa "lezione  filosofica", mi è piaciuta ed ho pensato
di condividerla con gli amici blogger, Dunque brindiamo in compagnia!
Ci state?????????
Ciaoooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo 
Brunamaria

                              

sabato 1 novembre 2008

Oggi 1 novembre : Festa di Tutti i Santi : 
      Dunque.....Buon Onomastico a tutti gli amici Blogger!!!!!!
 Chi di voi conosce.....Santa Pazienza ????? Non è elencata nella lunga serie dei santi, ma credo che , chi più, chi meno, la conosciamo tutti. O no????
                                                                                    Un abbraccio e ancora tanti auguri e....Buon Tutto.
                                              Brunamaria... ciaooooooooooooooooooo

lunedì 27 ottobre 2008

Visita Sgradita

Ieri mi è successa una cosa spiacevole. Nella mia cantina ci sono stati i ladri e.....pensate un po', mi hanno rubato una trentina di bottiglie di vino da cin!cin!!!!! Il vino comune da pasto, me l'hanno lasciato.    Questa notizia farà sorridere molti amici blogger, infatti con tante cose serie che succedono!!!          A me piace cucinare particolarmente quando vengono a prenzo le famiglie dei miei figli o altri parenti e amici. Per ogni piatto che preparo, mi piace  che sia accompagnato, con gusto, da un vino appropriato. Il vino lo imbottiglio io, dopo averlo scelto nelle varie cantine dei rivenditori..        Circa 3 anni fa, i ladri fecero visita (per la seconda volta) nel mio appartamento, pur avendo la porta blindata e abitando al quarto piano. Mi rubarono oggetti d'oro Poco valore per loro ma importanti ricordi per me. Mi rallegrai che non fecero atti vandalici, come spesso succede. Questi fatti mi rendono ansiosa e insicura. Considerando che sono pensionata e vivo in una casa popolare. Se fossi ricca capirei che potrei correre certi pericoli, ma così.......... Siccome sono abbastanza ottimista, ieri sono stata contenta di aver trovato una bottiglia di spumante, che i ladri non avevano visto, Così abbiamo brindato , augurando tanto bene, ad una mia carissima amica, per i suoi primi 5o anni...( se mi leggerà, lei capirà!!!!)

   Ecco che dopo tanto tempo, mi inserisco nuovamente. Oggi sono meno ansiosa di ieri, tutto passa e la vita continua.   Vi abbraccio con amicizia, sia pur virtuale.  Buon-Tutto a tutti!!   Brunamaria ciaooooooooooooooooooooooooooooooo


                                                                                                     

lunedì 13 ottobre 2008


Ciao amici , oggi ho ripreso, con tanto entusiasmo, l'anno accademico all'università d.t.età. Che  gioia vestirmi, prepararmi e avviarmi a prendere l'autobus.  Le altre mattine a quell'ora mi muovo per la casa in pigiama, per le solite faccende  domestiche. -Finalmente riprendevo un'attività, che per seri motivi familiari, avevo messo da parte. &nbsp; Prima lezione :< STORIA  DELL'ARTE>:&nbsp; La signora, Rettore dell'università, ha preso la parola per salutarci e con grande commozione, ci ha comunicato che un nostro insegnante, Bravissimo e Ottima persona sotto ogni profilo, è morto. Grande dolore tra noi tutti, ma dolore e sconcerto sono aumentati quando abbiamo saputo che si è tolto la vita perchè non ha retto e sopportato, la perdita della  sua amata moglie, avvenuta un mese fa. &nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; Sono tanto triste, pensando alla grande sofferenza che quella brava persona deve aver avuto in questo periodo.  Cosa  può succedere nel cervello di un essere umano quando avvengono queste cose? Eppure  era una persona colta,  stimata e ammirata da tutti noi. Eravamo una marea di persone che seguivano le sue lezioni. Sento  tanta pena e un po' di rabbia che nessuno lo abbia potuto aiutare. Credo che , oltre la disperazione, ci voglia tanto coraggio togliersi la vita. 
Ci mancherà, caro signor Emilio. Le auguro che abbia potuto ricongiungersi con lo spirito di sua moglie, compagna di vita.
Scusatemi amici, avrei voluto scrivere un post gioioso, purtroppo la vita certe volte, ci da tanta tristezza....
 Vi abbraccio Virtualmente, ma con affetto. Brunamaria.. Ciaoooooooooooooooooooo

lunedì 6 ottobre 2008

Dopo tanto tempo ,eccomi a voi , cari amici bloggers. Non mi sono dimenticata di voi ,anzi ! il motivo di questo silenzio è che leggo volentieri i vostri post,  siete tanto bravi, sia per il contenuto dei vostri post, sia per i disegni di grafica. Per essere sincera, mi sento intimidita, mi sembra di non saper dire cose interessanti. Lo so che sbaglio, infatti quando mi capita di leggere ( per esempio ) che un'amica &nbsp; dice di uscire  con le amiche, pur essendo stanca, mi piace, mi sembra di partecipare. Quando un'altra bravissima amica  parla di argomenti sociali, importanti e un'altro giorna ,la stessa persona scrive ( per esempio ) uno  scioglilingua. La ammiro. Brobabilmente, dovrò prendere più confidenza con questo mezzo!!!! -------- Oggi sono entusiasta perchè domani ci sarà l'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università della Terza Età e dell'Educazione Permanente :-UTEEP:-

 Ero poco più che quarant'enne quando mi iscrissi per la prima volta. Con gioia ed  entusiasmo, frequentai, con mio marito per 10 anni.  Facevamo parte del coro e frequentavemo alcune lezioni insieme. Però non frequentavamo sempre le stesse lezioni, allora ci davamo appuntamento in un baretto per un bocconcino e uno spriz. Che bei momenti!!!!  Io ho fatto parte anche al gruppo di teatro. Abbiamo recitato ( con tanto entusiasmo e non poche difficoltà organizzative) nei teatri della città ed in altre città limintrofe. Realizzavo il mio sogno che avevo riposto nel cassetto, fin dall'età giovanile. Proseguii. con questi impegni, anche  dopo  la scomparsa del mio uomo, traendone forza , coraggio e serenità. Dovetti interrompere la frequenza, circa 6 anni fa, per seri motivi familiari. Però mi sono sempre iscritta sprando che si risolvessero certe difficoltà.&nbsp; Ora, mi è tornato l'entusiasmo e spero tanto di poter riprendere. Ecco che ho raccontato alcune cose agli amici web. Se  mi farete sentire la vostra presenza, ne sarò molto contena . Per ora mando un abbraccio "virtuale&quot; a tutti voi .Brunamaria....Ciaoooooooooooooooooooooooooooo

lunedì 15 settembre 2008

Prima elementare

  15 Settembre 2008  &nbsp; Il mio nipotino Mattia inizia la prima elementare. Giornata importante !!!!
Sarà emozionato, incuriosito, attento !! Peccato che abiti lontano e che non possa averlo visto. Purtroppo sta piovendo a dirotto, sto pensando che se ci fosse il sole, la sua mamma non lo avrebbe accompagnato con la macchina, si sarebbe incontrato con altri bambini emozionati,come lui. Abitando in un paese, ci si conosce tutti. Qualche giorno fa mi disse, tutto contento, Che il suo migliore amico sarebbe andato in classe con lui. Ricordo il primo giorno di scuola di mia figlia, mamma di Mattia. Era timorosa, le veniva quasi da piangere. Abitavamo in un'altra città ed eravamo in procinto di traslocare, quindi in quella scuola c'è andata per pochi giorni. Nella nuova, poverina, non è stata fortunata con l'insegnante. Trovare una brava maestra è determinante per l'inserimento nella scuola. mah! ... Non tutti fanno il loro lavoro con passione e professionalità!!!!!!
Andando indietro nella memoria, al mio primo giorno di scuola.-- Le scuole del paese erano occupate dai tedeschi, quindi i bambini dovettero andare nelle stanze messe a disposizione dal convento delle suore. Però non erano sufficienti per tutte le classi, così ci fecero fare i doppi turni. Credo che andai in quella "scuola&quot; per un mese perchè sospesero la prima per dare modo di fare scuola alle altre classi. La mia prima compagna di banco si chiamava Edvige, ora lei non si ricorda, ma io non l'ho mai dimenticato.  Mia madre mi mandò in casa di una maestra, che a me sembrava vecchia, ma non doveva esserlo. Era sempre triste, eravamo in 3 o 4  bambini. Non ero contenta, ma erano tempi duri e che diritti poteva avere un bambino, se non potevano averne nemmeno i genitori?!  Venni a sapere da grande che a questa mia maestra, i tedeschi le avevano ucciso il marito per futili motivi. Per fortuna finì la guerra e le scuole fuono liberate da quegli"ospiti&quot;, Ci fecero fare un esamino a fummo passati in seconda, A quei tempi ogni famiglia aveve tanti figli, quindi anche se il paese era piccolo la scuola era affollata. Nelle mia classe eravamo più di 40 e quasi tutti ripetenti. Dell'età giusta eravamo si e no una decina. La mia maestra era una santa donna, ma non sempre sapeva farsi rispettare. Non ho ricordi belli della scuola elementare. Dimenticavo di dire chi il primo giorno di scuola, tutte le clessi con  le maestre, si andave in  Chiese ed assistevamo alla S. Messa per invocare l'aiuto del Signore. Mi piaceva vedere la Chiesa gremita di bambini e poi tutti in file, tornavamo vocianti , nella scuola. Questo non si fa più da tanti anni.-- Una preghiera la faccio per conto mio, affinchè Mattia e tutti i bambini, abbiano le opportunità giuste per trovare nella scuola , nella famiglia e nella società, tutti gli elementi per CRESCERE nel vero senso della parola. Questo è l'augurio, con tanto amore, che fa questa nonna.    &nbsp; Chi si ricorda che i bambini che cominciavano la prima elementare venivano chiamati " remigini? "  &nbsp; ciaooooooooo a tuttiiiiiiiiiiii  &nbsp; Brunamaria

giovedì 4 settembre 2008

  Come andrà a finire la nuova "tensione&quot; in Georgia???Si metteranno d'accordo le grandi potenze per una pace duratura, che è un sacrosanto diritto umano??? Nelle guerre a pagare il prezzo più alto, è sempre la povera gente, che già soffre per la miseria e deve subire anche la perdita di giovani figli. Tutto per le decisioni di "grandi&quot; personaggi cattivi, smaniosi di potere, e interessi  personali. Dovrebbero
impegnarsi per risolvere i grandi problemi della fame, delle malattie e dell'istruzione, nel terzo mondo.

Ero piccola durante la seconda guerra mondiale, ma la mia memoria non cancellerà mai il ricordo della paura , del terrore che avevo quando suonava l'allarme.  Abitavo in un paesino, il nostro rifugio era in una cantina dall'altra parte del cortile. Sotto il pavimento di quella stanza, passava l'acqua di una fontana che sfociava in una vasca nei campi. Lascio immaginare quanto fossimo al sicuro. Il bisogno di quella povera gente, era di stare uniti. Quando non trovavamo posto, correndo andavamo in un altro "rifugio&quot; , anche quello gremito di gente seduta per terra. Era una piccola galleria sotto la piazza della chiesa. Serviva da scolo dell'acqua che scendeva dalla collina quando c'erano forti temporali.  La gente pregava molto , ricordo che una volta sentii una voce che disse : fate pregare quella bambina innocente: Io tremavo di paura, avevo 5 anni. Mi misero in mano una corona del rosario e cominciai a pregare forte. La gente rispondeva e recitammo tutto il rosario. Tutti speravano solo nell'aiuto del Signore. Andavamo a letto vestiti e le scarpe vicino, pronti per scappare quando suonava l'allarme. Ricordo una volta (mi viene ancora un brivido pensandoci) che mentre correvamo verso il rifugio, mi buttai in ginocchio per terra e con le braccia aperte guardando il cielo gridai : Signore salvaci! &nbsp;&nbsp; Grazie a Dio non cadde nessuna bomba nel nostro paese..... Non vorrei essere fraintesa.....

La guerra porta morte, distruzione odio----e pensare che siamo tutti abitanti dello stesso pianeta.......
 
Un  abbraccio a tutti voi.....Brunamaria

lunedì 1 settembre 2008


 &nbsp; Ciao Agosto; anche quest'anno hai terminato il tuo turno. Spero e mi auguro che ci ritroveremo

 &nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; l'anno prossimo.  Tra un'ora arriverà Settembre!!!!!! &nbsp; Bel mese!!  Nella mia famiglia siamo in 3 a
        festeggiare il compleanno. Il primo giorno di Settembre, la mia prima figlia, compirà 50 anni!!!!!!
        Assolutamente non li dimostra, è dinamica e bella!
        Attraverso il mio Blog faccio gli auguri a lei e a tutte le persone nate in questo mese.  w i Settembrini!!

 &nbsp;  &nbsp;  



 Quando è nata questa mia figlia, ero una giovane mamma, compii 20 anni pochi giorni dopo la sua nascita.
 Io e mio marito eravamo ansiosi di conoscere il suo visino.  Io ero molto ingenua e sognatrice. Ricordo  che rimasi scioccata per la sofferenza del parto, credevo di morire. Nessuno mi aveva dato delle informazioni e delle spiegazioni precise. Qualche volta avevo un po' di timore, pensando a dover partorire, ma volevo essere forte , convincendomi  che tutti siamo arrivati a questo mondo, passando da quella "porta&quot;'. Se avessi avuto più informazione, avrei collaborato e, probabilmente, avrei sofferto meno. Senza dubbio non mi sarei sconvolta! Però poi, amando la mia famigliola e con l'aiuto di Dio, superai quelle paure e misi al mondo ( in pochi anni) altre 3 splendide creature.
Oggi ci sono libri, giornali, televisione che parlano e fanno vedere, con immagini e con filmati, come si nasce. Ma a quei tempi e nel mio ambiente, tutto era tabù.

  Ciao amici blogger . vi mando un abbraccio "virtuale&quot;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp; Brunamaria &nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;&nbsp;

 

venerdì 1 agosto 2008

----BUON AGOSTO---  a tutte le amicizie blogger &nbsp;&nbsp; Auguri di salute, serenità a contatto con la natura e in buona armonia con le persone che ci vivono accanto.  Ciaoooooooooooooooooooo  a tutti &nbsp; Brunamaria

martedì 29 luglio 2008

auguri

Ciao Cristina, Mi fa piacere che tuo fratello sia nuovamente a casa, anche se capisco che i problemi non manchino e non mancheranno. Sento che vivete nella stessa casa, spero non nello stesso appartamento. Ho ricevuto ,con tanto piacere il tuo post, purtroppo ,ieri avevo gente a pranzo, non so cosa sia successo, non trovo più il tuo scritto. Avendolo letto frettolosamente, magari non ricordo esattamente ciò che mi hai detto. Se ti fa piacere, mi puoi scrivere anche nella posta. : Bruna.berzacola@gmail.com. &nbsp;&nbsp;&nbsp; Ora torno ai miei lavori domestici. Ti mando un abbraccio, virtuale con tanti auguri di Buon-Tutto.... Brunamaria.....ciaooooooooooooooo

Timidamente mi presento